Festa del Torrione

Palio del Torrione

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail


Torrione_Bubano

Link al sito "Il palio del Torrione"

Un paese piccolo come Bubano non gode dell’attenzione degli storici, ma ciò non toglie che abbia una propria storia e che la popolazione senta vivo il desiderio di conoscere il passato che le appartiene, per comprendere meglio la realtà che la circonda.

Siamo alla fine del secolo XV.
Rimasta vedova di Girolamo Riario, Caterina Sforza, signora di Imola e Forlì, comprese che per salvare lo Stato, in mezzo a tanti ambiziosi che la circondavano, bisognava difenderlo con castelli e rocche.
In questo periodo sorse la rocca di Bubano, a nord della già esistente “Rocazza”. Caterina pose grande amore a quella fabbrica e volle che si chiamasse la rocca della Contessa, sotto pena di un ducato a chi dicesse altrimenti.
Essa stessa andava a vedere i lavori e sollecitava i muratori per finire presto la costruzione. Del resto Caterina aveva ragione di affrettare i lavori, quasi prevedesse la tempesta imminente.
Nel 1494 avvenne la discesa in Italia di Carlo VIII re di Francia, diretto a Napoli. Le truppe francesi invasero la Romagna per costringere la contessa a volgersi alla parte francese. Si diressero in parte, i francesi, al castello di Bubano, ma le salde mura e le opportune disposizioni della fortezza dettero tante fiducia al presidio. La difesa fu tanto gagliarda che i francesi, credendo che senza sacrifici enormi di gente non avrebbero potuto prendere il castello, si ritirarono e si volsero contro Mordano.
Così il castello di Bubano, quasi ben collocato avamposto, salvò gran parte del territorio e la stessa Imola dalla invasione francese.
Col passare degli anni la rocca di Bubano, una delle più belle del nostro contado, così cara a Caterina, andò rovinando sia per opera degli uomini, sia per i morsi del tempo. Oggi è praticamente distrutta.
Specialmente rimane uno dei torroncelli delle scuderie che, scapezzato dei suoi merli, coperto di tetto, ammodernato, mostra ancora l’origine antica e serve per uso di casa colonica, ad occidente della chiesa parrocchiale. Della rocca è rimasta solo una parte del maschio, quasi sepolto dalle case vicine, con l’antico pozzo cavato nello spessore del muro.
I Bubanesi chiamano questo rudere “IL TORRIONE”

Caterina_e_consorte

Con l'intento di rispolverare la nostra storia rinascimentale e di rendere omaggio a Caterina Sforza, rievocandone la presenza a Bubano, è nata, nel 1997, la festa “PALIO DEL TORRIONE – FESTINSIEME”.
La manifestazione, organizzata dalla Pro Loco, dall’Unione Sportiva “Antonio Placci”, dall’Associazione Teatrale “La Quasi Stabile” è dovuta all’impegno e alla costanza di molti volontari, che nutrono un forte amore per il proprio paese.
Si avvale dell’esperienza delle persone impegnate nelle varie feste che si svolgono a Bubano. Non è la prima iniziativa che vede collaborare l’intero paese, superando le vecchie divisioni ideologiche, politiche, religiose, ma è quella che si è spinta più avanti. Di qui il nome di Festinsieme.
La festa è una miscela di antiche tradizioni, spettacoli e svariate proposte, che trovano il momento culminante nella curiosa disputa del Palio e nella sfilata storica, che concretizza il desiderio di tuffarsi a ritroso nel tempo e rivivere, anche per poco, il passato che ci appartiene.
Anche se ancora giovane, la festa ha già dimostrato di essere ben organizzata e di essere in grado di attirare a Bubano il pubblico delle grandi occasioni.
La Festa si svolge dal 14 al 19 Giugno.

Video Parata 2010

Video Spettacolo 2010

Video Palio 2010